Conoscere il proprio corpo

Conoscere il proprio corpo

EDUCAZIONE ALIMENTARE

È proprio per questi motivi che anche in un percorso di educazione alimentare bisogna tener presente la storia individuale della persona che si ha davanti.
Il punto di partenza per una sana alimentazione possono essere la PIRAMIDE ALIMENTARE e la DIETA MEDITERRANEA proclamata nel 2010 patrimonio culturale immateriale dell'umanità dall' Unesco.

Nella pratica quotidiana avere una corretta alimentazione significa mangiare in modo consapevole a partire dalla scelta delle materie prime: scegliere prodotti biologici, a Km zero, consumare poca carne, zuccheri e farine raffinate, molto pesce, in particolare quello azzurro, molta frutta e verdura di stagione, legumi e cereali integrali.

Scelte consapevoli che migliorano il benessere fisico, psichico e fanno bene anche all'ambiente.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità e la FAO definiscono l'Educazione Alimentare (...) ''il processo informativo ed educativo per mezzo del quale si persegue il generale miglioramento dello stato nutrizionale degli individui, attraverso la promozione di adeguate abitudini alimentari, l'eliminazione di comportamenti alimentari non soddisfacenti, l'utilizzazione di manipolazioni più igieniche degli alimenti ed un efficiente utilizzo delle risorse alimentari.''

Una corretta alimentazione rappresenta il primo intervento di prevenzione a tutela della salute e dell'equilibrio psico-fisico.
Alimentarsi non è solo soddisfare un bisogno fisico, ma sottintende una serie di condizionamenti psicologici, culturali e sociali che insieme determinano il proprio comportamento alimentare.
Spesso il cibo è legato ad un ricordo d'infanzia, ad un'emozione o come momento di convivialità; il cibo lo si può desiderare, cercare,
lo si può amare oppure odiare ma non si può restare indifferenti al cibo!

PNEI

La PNEI - Psiconeuroendocrinoimmunologia - è la scienza che studia il rapporto tra
la psiche, il cervello, il sistema immunitario ed il sistema endocrino.

La ricerca scientifica ha dimostrato che il cervello è in grado di influenzare il sistema immunitario e che quest'ultimo, a sua volta, è in grado di influenzare il cervello,
creando un circolo vizioso molto pericoloso e responsabile, oltretutto, della maggior parte delle malattie infiammatorie croniche,
che possono quindi giovarsi moltissimo del riequilibrio del sistema PNEI.

FARMACOPEA

Alla prima lezione di farmacologia di solito viene detto: 
"Il farmaco è un veleno dose dipendente."

Ma come si fa a sapere la dose limite per ogni farmaco?
La risposta viene dalla farmacopea Ufficiale (FU).
La farmacopea ufficiale (FU) è il libro che racchiude tutto ciò che riguarda il farmaco. È il libro di riferimento della medicina occidentale dove sono indicati le materie prime farmaceutichefitoterapiche e omeopatiche e i requisiti cui devono rispondere per essere a norma di legge, le tecniche di analisi, di preparazione e conservazione, le tabelle dei dosaggi massimi di utilizzo per le sostanze farmaceutiche.

Ogni farmacia deve, per legge, averne una copia aggiornata e consultabile dal pubblico.

Oggi siamo alla sua XXII edizione. Ogni nazione appartente all'Unione Europea ha la sua farmacopea e si impegna recepire le sezioni incluse nella Farmacopea Europea (Ph Eur), in modo che ci sia un testo unico cui fare riferimento in materia di medicamenti a livello europeo.

SEI CURIOSO DI APPROFONDIRE QUESTI ARGOMENTI?

Chiama, scrivi una mail, lascia un messaggio nel form.





Rimani aggiornato sulle attività, iscriviti alla newsletter!

Personal Care Project